Deposito minimo – operare con pochi soldi

I depositi minimi sono importanti soprattutto per i trader alle prime armi. Questi non voglio rischiare grosse somme di denaro e cercano quindi un broker che richieda un deposito minimo molto basso. Per arrivare al punto, i depositi minimi sono un tema delicato quando si tratta di forex trading. Se vi serve un broker che non richieda più di $100 dovreste provare Plus500, uno dei migliori broker per principianti.

Clicca qui per operare con Plus500 con soli $100!

Operare con pochi soldi

Molti trader non comprendono perché il deposito minimo debba avere tanta importanza se per ottenere un buon profitto è comunque necessario investire una somma sostanziosa di denaro. Con $100 non ci si può aspettare di guadagnare qualche migliaio di dollari al mese: è impossibile.

Se siete dei trader inesperti dovete inserirvi in questo mercato con cautela. Non avrebbe senso depositare $1,000 se ne guadagnate solo $1,500 al mese (a meno che non siate già milionari). Non ha nemmeno senso depositare $100 se di soldi da spendere ne avete in abbondanza e $100 per voi non significano nulla. A quel punto potreste usare un account dimostrativo, perché fare il 10% di profitto con $100 non vi servirebbe a nulla.

I passi da seguire per un trader agli inizi sono evidenti. Innanzitutto deve familiarizzare con il Forex operando con un account dimostrativo e depositando una somma che può permettersi di perdere. Non deve essere un dramma perdere il capitale iniziale, ma deve comunque essere sufficiente a motivarvi per operare a livello professionale con il desiderio di avere successo.

Confrontare i depositi minimi

I broker si differenziano l’uno dall’altro in materia di deposito minimo. Alcuni broker, come eToro, permettono di operare con $100, altri con $250 e altri ancora solo con somme a 4 cifre. Questi ultimi sono spesso broker ECN più adatti a trader professionisti. Per i principianti un broker specializzato come eToro è l’ideale. Con esso è possibile fare le prime esperienze con soli $100, senza mettere in pericolo una fortuna.

Ma c’è ancora qualcosa da sapere: più basso il vostro capitale di investimento, più è alto il rischio. Quando operate con pochi soldi dovete impiegare una forte leva finanziaria (ad esempio 400:1). Questo implica buoni guadagni con piccoli movimenti, ma anche perdite elevate con operazioni relativamente ridotte. É un fattore da tenere sempre in considerazione quando dovete decidere quale somma depositare.

Depositi e prelievi con i broker Forex

Prelevare dai broker Forex è un aspetto molto importante perché prima o poi vorrete utilizzare i guadagni realizzati e metterli in buon uso. Non avrebbe senso avere migliaia di dollari in un accont per il trading se poi non siete in grado di spenderli perché il broker non consente di incassarli o perché non sapete dove trasferirli. In questa sezione esamineremo i possibili problemi relativi al prelievo e le migliori opzioni per incassare. Queste dipendono da numerosi fattori, come ad esempio le difficoltà che intervengono nel caso di carte di credito, sebbene siano uno dei metodi più diffusi.

Problemi con i documenti

I broker forex sono come piccole banche e necessitano di determinati permessi per operare legalmente. Ciò implica anche che il broker deve preoccuparsi di come il denaro dei trader venga depositato e trasferito. Il broker deve garantire la massima sicurezza dei fondi e che essi vengano trasferiti a chi ne è il proprietari e nessun altro. Non è un compito semplice e può rivelarsi alquanto difficile.

In teoria è sufficiente svolgere il versamento all’origine, cioè da dove provengono i soldi. Quindi se il vostro deposito proviene da una Mastercard, sarà sufficiente utilizzare la stessa carta nel caso di un prelievo. Molti broker, tuttavia, richiedono ulteriori accertamenti. Immaginatevi che qualcuno abbia violato il vostro account e che possa trasferire i fondi ovunque voglia senza alcun documento né altro. Ecco perché il broker vi chiederà una certa documentazione, sebbene possa sembrare una richiesta fastidiosa. Può accadere che il broker vi chieda documenti che neanche avete o che che non accetti un documento di cui non riconosce la qualità. Talvolta il broker richiede la copia di una bolletta, sebbene non tutti le ricevano. La verifica attraverso una semplice lettera portante un codice inviato all’indirizzo dell’account sarebbe un metodo molto semplice e infatti molte aziende già lo praticano. Ma sono ancora in pochi i broker con un simile approccio e per questo motivo dovete prepararvi ad avere pronti tutti i documenti richiesti.

Problemi con le carte di credito

Le carte di credito sono un ottimo strumento, ma quando si tratta di trasferire del denaro ai broker online c’è un aspetto che potrebbe creare parecchio disagio: il fatto che presso alcuni broker non possiate ritirare più denaro di quanto ne abbiate depositato. Se depositate $100 presso un broker utilizzando la carta di credito non potrete richiedere un prelievo superiore ai $100. Se volete incassare $200, ad esempio, $100 saranno accreditati sulla vostra carta di credito, mentre gli altri $100 verranno inviati tramite bonifico o assegno. Ciò dipende dalla vostra carta di credito e dal vostro broker, ma dovreste prepararvi all’evenienza e se siete abituati a grosse vincite e avete difficoltà nel ricevere bonifici forse fareste meglio a non usare la vostra carta di credito